martedì 16 settembre 2014

La Bundesliga ha gli occhi a mandorla: i calciatori giapponesi illuminano la terza giornata

La terza giornata della Bundesliga è stata caratterizzata dalle grandi prestazioni di due calciatori giapponesi. Di nome fanno entrambi Shinji, di cognome invece sono Okazaki e Kagawa.
Shinji Okazaki è il terminale offensivo del Mainz e nella scorsa stagione ha realizzato ben 15 reti. Quest’estate ci si è stupiti del fatto che nessuna delle grandi in Germania ed in Europa si sia interessata a questo fenomenale offensive player che la scorsa stagione è esploso nelle file del Mainz dopo due stagioni a corrente alternata nello Stoccarda. Si tratta di un calciatore nel pieno della maturità tecnico-fisica, dotato di un grande altruismo e di uno straordinario fiuto del gol. Se ne sono accorti domenica all’Olympia Stadion di Berlino i tifosi dell’Hertha, colpiti per due volte con cinica freddezza da questo giapponese terribile che ha consentito al Mainz di sconfiggere per 3 a 1 i padroni di casa.
Shinji Kagawa è tornato invece dopo due anni al Manchester United tra le file del Borussia Dortmund, squadra con la quale vinse, nel 2010/2011 e 2011/2012, due titoli della Bundesliga consecutivi. Il centrocampista offensivo si è ripresentato ai suoi tifosi giocando una partita da incorniciare contro il Friburgo, coronata dal bel gol del 2 a 0 in un match senza storia finita con il risultato di 3 a 1 per i padroni di casa.
Oltre alle grandi prove dei due giocatori giapponesi la terza giornata della Bundesliga 2014/2015 ha regalato come al solito grandi emozioni e tanti gol agli appassionati sugli spalti e davanti agli schermi televisivi.
Rocambolesco pareggio per 3 a 3 tra il Bayer Leverkusen e il Werder Brema. Un Bayer sprecone e sfortunato che domina il match, ma concretizza poco contro un Brema cinico e gagliardo. Da segnalare il gol dell’1 a 0 di Jedvaj.
Vince facile per 2 a 0 il Bayern Monaco all’Allianz Arena nei confronti di un ordinato ma troppo rinunciatario Stoccarda, mentre il Gladbach spazza via un sempre più in crisi, anche a causa dei troppi infortuni, Schalke. Nel 4 a 1 brilla la stella del giovane e promettente Hahn, autore di una doppietta.
Pareggio a reti inviolate tra le due neopromosse Paderbon e Colonia mentre l’Hoffenheim, passata in vantaggio con Modeste, si fa raggiungere all’ultimo minuto dall’indomito Wolfsburg, grazie ad un gol del sempre verde Olic.
Vince con merito l’Augsburg a casa del Francoforte con il minimo scarto e nell’altra partita della domenica pomeriggio un buon Hannover regola per 2 a 0 un Amburgo che in 3 partite non ha ancora realizzato una rete.